L'atmosfera magica della leggenda del Regno di Fanes presentata in un'opera sperimentale.


 

L’'opera si articola in brani strumentali suonati dall’'orchestra e in brani cantati dal coro e dalla voce del soprano solista.

Il sentito approccio lirico dei testi č sottolineato da melodie arcaiche, interpretate in alternanza dal coro, atto a commentare musicalmente l’ intera vicenda seguendo il modello della tragedia greca, e dalla voce di soprano della protagonista, la principessa Dolasila, che svolge la parte centrale degli eventi drammatici che conducono alla fine dell’ antico regno dolomitico di Fanes.

Il poema musicale si rifą al pił famoso ciclo di leggende dolomitiche, incentrato sull’ espansione e sulla rovina del regno di Fanes, a causa dell’ ingordigia e della smodata volontą di potenza del suo Re, infine trasformato in pietra. L'’intera vicenda, che trasuda il mistero della primitiva religiositą retica, ruota attorno alla misteriosa pietra della Rajeta, il maggior tesoro nella Terra dei Monti ed all’' amore infelice di Dolasila e del principe nemico Ey de Net.

Parte delle musiche sviluppate nel Poema Musicale Fanes sono nate come colonna sonora  del film ladino Le Rėgn de Fanes (Il Regno di Fanes)  e hanno ottenuto il primo premio per la colonna sonora al Renderyard Film Festival di Londra nel 2007 e al Garden State Film Festival di Asbury Park (NJ / USA) nel 2008.

Suddette musiche sono state incise una prima volta nel 2009 con un arrangiamento non orchestrale, suonato e cantato dall’'autrice Susy Rottonara nell'’album Dreaming of Fanes,  che č stato incluso nella categoria Best Album of the Year ai 53. Grammy Awards.




 
 
  Site Map